Piatto del buon ricordo

PIATTO DEL BUON RICORDO

E’ un piatto tipico della nostra cucina tradizionale. E’nato grazie alla sapienza delle Razdore (donne di casa che dovevano fare quadrare il bilancio famigliare) che trovarono il sistema di conservare la carne di coniglio sott’olio quando ne avevano in esubero nei mesi caldi.
Il procedimento è molto semplice: si mette a cuocere il coniglio in acqua fredda con sedano, carote e cipolla, un mazzetto di erbe aromatiche, alloro, pepe e bacche di ginepro. L’acqua non deve mai bollire. A fine giornata il coniglio è cotto e la carne si stacca facilmente dalle ossa.
Si mette la morbida carne in un vaso ermetico e si ricopre con olio extra vergine di oliva e si sterilizza.

osteria-la-fefa-piattodel-buon-ricordo
piatti-osteria-la-fefa-finale-emilia-2

PIATTO DEL BUON RICORDO

E’ un piatto tipico della nostra cucina tradizionale. E’nato grazie alla sapienza delle Razdore (donne di casa che dovevano fare quadrare il bilancio famigliare) che trovarono il sistema di conservare la carne di coniglio sott’olio quando ne avevano in esubero nei mesi caldi.
Il procedimento è molto semplice: si mette a cuocere il coniglio in acqua fredda con sedano, carote e cipolla, un mazzetto di erbe aromatiche, alloro, pepe e bacche di ginepro. L’acqua non deve mai bollire. A fine giornata il coniglio è cotto e la carne si stacca facilmente dalle ossa.
Si mette la morbida carne in un vaso ermetico e si ricopre con olio extra vergine di oliva e si sterilizza.

0