Il Territorio

ATTRATTIVE TURISTICHE

La bella cittadina di Finale Emilia, adagiata sul fiume Panaro, fu un centro importante del Ducato Estense di Ferrara.

Il Castello, ricostruito per iniziativa di Niccolò III d’Este nel 1402 e abbellito dagli artisti dell’epoca, rappresentò una delle residenze estive degli Estensi di Ferrara. Il fiume, l’antica via d’acqua degli Este che collegava il Ducato dl Modena alla Corte di Ferrara, si diramava nella città dandole l’immagine di una piccola Venezia. Il castello che era stato in gran parte ristrutturato a cura dell’Amministrazione Comunale e oggi ancora gravemente danneggiato dal terremoto del 2012.

Risalendo il fiume, lungo quella che fu la ‘Riviera Estense’, si susseguono numerose ville patrizie edificate dal ‘400 in poi: splendide residenze nobiliari di campagna con parco o giardino, spesso con corte chiusa, torre colombaia e ampi saloni affrescati.

Finale è un dinamico centro culturale fin dalla fine del ‘500, quando divenne sede dell’Accademia Letteraria dei ‘Fluttuanti’. Nel 1541 un’importante Comunità Ebraica vi si stabilì ed intrattenne rapporti negoziali in tutto il territorio. Ne è testimonianza storico-architettonica l’antico cimitero ebraico con lapidi d’epoca.

Altri luoghi di interesse storico artistico sono il Palazzo Comunale, con l’orologio e la statua di San Zenone, la chiesa di San Bartolomeo, la Torre dei Modenesi o come la chiamano gli abitanti Torre dell’Orologio, e il Teatro Sociale.

LINK UTILI

ITINERARI

CASTELLI

La cittadina di Finale Emilia è in posizione strategica per visitare:

CASTELLI

La cittadina di Finale Emilia è in posizione strategica per visitare:

STRADA DEI VINI E DEI SAPORI

Un paesaggio rurale in cui spiccano rocche e castelli degli Estensi, dei Pico, dei Pio e le residenze nobiliari di campagna con parchi e giardini.
Lungo la Strada dei Vini e dei Sapori della Pianura Modenese si possono degustare il Lambrusco Salamino di S. Croce ed il Lambrusco di Sorbara, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena con scaglie di Parmigiano Reggiano, il Melone con il Prosciutto di Modena, la Saba con la Pera tipica dell’Emilia e la Mela Campanina, l’Anicione con la Torta degli Ebrei di Finale Emilia.

http://www.strade.emilia-romagna.it/web/

STRADA DEI VINI E DEI SAPORI

Un paesaggio rurale in cui spiccano rocche e castelli degli Estensi, dei Pico, dei Pio e le residenze nobiliari di campagna con parchi e giardini.
Lungo la Strada dei Vini e dei Sapori della Pianura Modenese si possono degustare il Lambrusco Salamino di S. Croce ed il Lambrusco di Sorbara, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena con scaglie di Parmigiano Reggiano, il Melone con il Prosciutto di Modena, la Saba con la Pera tipica dell’Emilia e la Mela Campanina, l’Anicione con la Torta degli Ebrei di Finale Emilia.

http://www.strade.emilia-romagna.it/web/

IN BICICLETTA

Per chi ama immergersi nella natura in bicicletta c’è il tragitto di pista ciclopedonale Finale Emilia-San Felice sul Panaro, creato sfruttato la storica ferrovia dismessa Modena – Finale Emilia.
Inoltre da Finale Emilia è possibile arrivare a Bondeno (FE) percorrendo l’argine del fiume Panaro e immettersi nella ciclabile destra Po che arriva a Ferrara e ai lidi ferraresi.

http://www.piste-ciclabili.com

IN BICICLETTA

Per chi ama immergersi nella natura in bicicletta c’è il tragitto di pista ciclopedonale Finale Emilia-San Felice sul Panaro, creato sfruttato la storica ferrovia dismessa Modena – Finale Emilia.
Inoltre da Finale Emilia è possibile arrivare a Bondeno (FE) percorrendo l’argine del fiume Panaro e immettersi nella ciclabile destra Po che arriva a Ferrara e ai lidi ferraresi.

http://www.piste-ciclabili.com

0